Citroën diventa nostrana grazie alla Citroen  C3 Max, una vettura da pista sviluppata da 2T Course & Reglage per il Campionato Italiano Turismo Endurance: gara dopo gara, si dimostra competitiva e vincente nei confronti di avversarie come Abarth, BMW, Honda, Renault e Seat, con l’apporto di piloti rappresentati da semplici giornalisti amanti dei tracciati e non professionisti da strada. Divertente alla guida e in grado di regalare prestazioni brillanti, questo e altro è la nuova berlinetta Made in Italy.

CITROEN C3 MAX, LE CARATTERISTICHE – Tra le componenti principali di C3 Max spicca il motore anteriore trasversale da 4 cilindri in linea, 1598 di cilindrata e potenza di 250 cv a 6000 giri/min con coppia massima di 280 Nm (4600 giri al minuto). La trasmissione del veicolo è a trazione anteriore, con cambio Sadev a 6 marce più RM elettroauto al volate e coppia conica a scelta tra tre H. Il corpo vetture è avantreno a ruote indipendenti con bracci portamozzi e specifici, mentre il retrotreno è ad asse H. Citroen C3 Max monta ammortizzatori Ohlins 4 tie tecnologia TTX, impianto frenante AP Racing, freni anteriori a dischi ventilati da 335 x 22 mm con pinze a 4 pistoni, freni posteriori a dischi 220 x 18 mm con pinze a 2 pistoni e pneumatici Avon 240/645/18 su cerchi 9 x 18 pollici. La vettura è inoltre dotata di batteria a ioni di Litio di 1,5 kg e sfrutta la propria aerodinamicità grazie alle componenti di ferro, alluminio, fiberglass, carbonio, titanio e lexan; Nonostante i suoi 1010 kg, è comunque in grado di raggiungere la velocità massima di 249 km/h.

CITROEN C3 MAX, AZIENDE ITALIANE DIETRO AL SUCCESSO – Lo spettacolare modello prende vita anche grazie alla collaborazione tra la casa francese ed aziende automobilistiche come Procar Motorsport (alleggerimento scocca, progetto del roll bar e assemblaggio di componenti meccaniche ed elettroniche), MC Motortecnica (assemblaggio del motore di serie 1.6 THP da 165 cv con step evolutivo di 230 cv con 400 Nm di coppia a 5.800 giri), Gruppo Andreani (assemblaggio del primo kit di ammortizzatori Ohlins a 4 vie con tecnologia TTX), Sparco (fornitore delle componenti di sicurezza, tute dei piloti e abbigliamento per meccanici e staff) e Romeo Ferraris (logistica delle gare e assistenza).

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × uno =