BMW i5: nel 2017 la vettura ad idrogeno grazie a Toyota

Condividerà la tecnologia fuel cell con la Toyota Mirai, fresca di presentazione all'ultimo Salone di Los Angeles. Il debutto è previsto per il 2017.

BMW i3
BMW i3

Nel mese di gennaio del 2013, BMW e Toyota hanno ufficialmente siglato l’accordo industriale basato sulla sinergia per le tecnologie a basso impatto ambientale. Tra queste, oltre all’ibrido e all’elettrico, rientra anche lo sviluppo dell’idrogeno con la tecnologia Fuel Cell che prevede le celle a combustibile.

500 km di autonomia con le celle a combustione

Nel 2017, stando a quanto riportato dall’edizione online della testata britannica Autocar, BMW introdurrà la i5, con la carrozzeria da monovolume compatta e l’alimentazione ad idrogeno che permetterà di avere l’autonomia di 500 km. Il motore elettrico da 136 CV, invece, consentirà di accelerare da 0 a 100 in meno di dieci secondi.

La stessa tecnologia della Toyota Mirai

La BMW i5, in sostanza, condividerà tutta la componente meccanico con la Toyota Mirai, la versione di serie della concept car FCV esposta l’anno scorso al Salone di Tokyo. La Mirai è stata svelata ufficialmente all’edizione 2014 del Salone di Los Angeles, terminato pochi giorni fa. La vettura sarà disponibile anche sul mercato europeo a partire dal prossimo anno, al prezzo base di circa 50.000 euro.

Terzo modello della gamma BMW i

Per la Casa bavarese, la BMW i5 rappresenterà il terzo modello della propria gamma a basso impatto ambientale. Infatti, BMW propone già la citycar elettrica i3, anche nella versione ad autonomia estesa con il motore bicilindrico 650 di origine BMW Motorrad, mentre al top di gamma si pone la supercar i8 a propulsione ibrida.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − sei =