Audi R8 LMX, la prima vettura stradale con abbaglianti al laser

Nuovo passo in avanti della tecnologia per una visione più profonda e più “illuminata”

Audi R8 LMX
Audi R8 LMX

Uno dei modelli più belli degli ultimi anni si rifà il look e aggiunge qualche tocco tecnologico che farà impazzire gli appassionati di supercar. Stiamo parlando della nuovissima Audi R8 LMX, una versione limitata della sportiva di Audi che monta per la prima volta gli abbaglianti laser. Una rivoluzione tecnologica non da poco che di fatto rende già superata la tecnologia Led. Certo, i costi sono ancora elevatissimi, però se sarà sviluppata la tecnologia laser i fari saranno molto più incisivi e potranno raggiungere distanze ancora superiori. Un mix perfetto per coniugare risparmio energetico (si consumano meno) e sicurezza stradale.

La prima vettura stradale con fari a tecnologia laser

La R8 LMX è la prima vettura stradale a montarli di serie e si tratta dell’ennesimo capitolo di successi della Casa tedesca che ha puntato negli ultimi anni soprattutto su ricerca e innovazione. Audi ha già sperimentato la combinazione fari Led anabbaglianti e abbaglianti Laser all’ultima edizione della 24 Ore di Le Mans, stravinta con una doppietta, e ha deciso che lo sviluppo avesse raggiunto un punto tale da permettere l’esordio sulle vetture stradali. Con una piccola aggiunta che verrà gradita da tutti gli altri automobilisti: la tecnologia prevede l’utilizzo di una serie di telecamere che spegneranno i laser abbaglianti quando sentiranno la presenza di un’altra auto.

Soli 99 esemplari previsti per l’Audi R8 LMX

La supercar sarà disponibile in 99 esemplari, motorizzata con un V10 che sprigionerà 570 cavalli di potenza e che proietterà l’auto da 0 a 100 in 3,4 secondi. La velocità massima di 320 chilometri orari sarà gestita alla perfezione grazie al cambio S tronic di derivazione sportiva a 7 rapporti. Questa versione sarà comunque l’ultima prima della nuova generazione che sarà presentata molto probabilmente da Audi al prossimo Salone di Francoforte (dal 4 al 10 ottobre).

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]