Audi A3: attinto a piene mani dai modelli Premium, la tecnologia è una bomba

Prezzi generosi e alta tecnologia: la ricetta del brand dei quattro cerchi

L’armamentario tecnologico di un’automobile fa spesso la differenza nelle vendite. Vi confida la nuova Audi A3, che a prezzi accessibili concede all’utente di sbizzarrirsi con le dotazioni hi-tech finora appartenenti alle vetture di fascia alta.

ESTETICA – Prenotabile in questi giorni nelle varianti Sportback 3 porte e 5 porte, Berlina e Cabriolet per consegne in luglio, il look cambia sia per quanto riguarda il frontale che la coda. Inseriti tra gli elementi di serie i fari allo Xeno, la strumentazione Virtual Cockpit con display da 12,5 pollici e l’assistente al traffico in colonna. Ribassati i prezzi per la variante d’ingresso con motore 1.6 TDI da 110 CV, pari a un risparmio di 600 euro rispetto al modello attuale.

PROPULSORI – Al debutto, il primo modello “mille” è comunque quello dal prezzo più economico, compreso tra 25.000 e 26.000 euro. La raffinata tecnologia di questo tre cilindri turbo benzina iniezione diretta da 115 CV lo posiziona a livello di prestazioni e piacere di guida nella fascia delle unità quattro cilindri 1.6 -1.8 a benzina e non comporta, quindi, rinunce di sorta con un tempo di 9,7 secondi per accelerare da 0 a 100 e una velocità massima di 206 km/h. Il tutto con un consumo nell’omologazione NEDC di 4,5 litri per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 104 g/km. La gamma, contraddistinta da una proposta intemedia come il motore 1.4 TFSI COD Ultra da 150 CV con tecnologia cylinder on demand, viene impreziosita dal nuovo benzina 2.0 TFSI da 190 CV, il non plus ultra del modello.

SOLIDA CONNESSIONE – L’Active Lane Assist e il Pre Sense Front con protezione dei pedoni predittiva semplificano parecchio la guida, anche se la grande novità nel segmento è l’assistente al traffico, fornito a richiesta, che funziona assieme all’Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go. Il sistema, se combinato con il cambio S tronic, fa inoltre ripartire automaticamente l’auto dopo un breve arresto e, in caso di traffico intenso fino a 65 km/h, l’assistente esegue la sterzata su strade con segnaletica ben visibile. Ulteriore novità il collegamento continuo con funzioni online – attraverso una SIM dedicata e il velocissimo standard LTE – comprensive di navigazione con Google Earth e Google Street View, informazioni sul traffico in tempo reale gli avvisi sui parcheggi o il meteo.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × quattro =