5 motivi per rinunciare al progetto Ztl a Roma

Traffico Roma
Traffico Roma

Stiamo seguendo da giorni il caso “ Tridente della capitale”, perché, secondo la nuova politica di mobilità voluta dal sindaco Marino, la Ztl che comprende le aree principali del centro è stata chiusa alle auto e ai motorini. Ma le difficoltà sembrano essere tante. Analizziamo i motivi per cui, forse, sarebbe meglio ripensare ad un piano di mobilità più sostenibile.

1. Problema residenti

I posti auto riservati ai residenti sono presi letteralmente d’assalto da ambulanti a Ncc ( noleggio con conducente). Da settimane si sono scatenate le proteste della gente che non trova parcheggio sotto casa e richiede almeno 600/800 stalli gratuiti.

2.Problema lavoratori

La questione più grande da risolvere, però, sembra essere quella dei commercianti, commessi e di tutti coloro che ogni mattina devono recarsi in centro per lavoro: stiamo parlando di circa 3.000 persone. Il mezzo più utilizzato era il motorino ma come fare ora che la zona è stata blindata anche alle due ruote e ci sono solo 350 stalli? Certo si potrebbe prendere un box in affitto per parcheggiare lo scooter ma chi può permettersi di spendere tra le 100/150 euro al mese solo per l’affitto di un garage?

3.Traffico in tilt subito fuori dall’area

E poi il dramma degli ingorghi subito vicino alla nuova Ztl. Se il traffico è diminuito dentro, ai margini si è creato un vero caos di veicoli che cercano parcheggio ovunque, dai posti per disabili ai marciapiedi fino sulle strisce pedonali. Questo provoca continui litigi tra gli automobilisti e una perenne situazione insostenibile.

4.Multe

Conseguente è il problema multe. Essendoci pochi parcheggi disponibili i cittadini si arrangiano come possono e, di conseguenza, le sanzioni aumentano a dismisura. Non sarà, questo nuovo piano, un modo proprio per guadagnarci oltre che per far respirare il centro?

5. Pochi stalli

A fronte di tutti questi problemi bisognerebbe inserire molti più stalli gratuiti e far in modo che ci sia spazio per tutti i veicoli di chi non può prendere i mezzi pubblici e si reca al lavoro col proprio veicolo.

Leggi anche:

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]