Smart

Smart Fortwo, Smart Fortwo Cabrio, Smart Forfour sono gli ultimi modelli prodotti dalla Smart Gmbh, Casa automobilistica del gruppo Daimler AG, che detiene Mercedes, nata nel 1996 e subito impostasi per la realizzazione della piccola ForTwo di appena 2 metri e mezzo di lunghezza a due posti, ideale per le grandi città, comoda e versatile proprio nel traffico cittadino, come dimostra il grande successo di vendite dal momento del suo lancio. La società ha sede a Böblingen, in Germania.

Smart nasce come Swatch-Mercedes ART, spinta alla produzione di vetture anche dall’imprenditore Nicolas Hayek, proprietario della omonima azienda di orologi, la cui idea era proprio quella di realizzare un’auto esclusivamente per la città, caratterizzata da dimensioni contenute e equipaggiata da una cellula di protezione in metallo ad altissima resistenza (parte attualmente verniciata in colore differente che si può osservare su tutte le Smart in circolazione).

I rapporti tra Swatch e Mercedes sono di breve durata, ben presto quest’ultima rileva tutte le quote e avvia la sua produzione esclusiva: la prima Smart esclusivamente Mercedes viene lanciata nel 1998, ad un prezzo non poi così basso e al 3 cilindri a benzina si affiancano in poco tempo anche nuove varianti, dal piccolo turbodiesel, alla versione cabriolet, cui seguono la Roadster, e la Forfour a quattro porte; ultimi due modelli che però non riscuotono il successo sperato, tanto che alla fine del 2005 si decide di far uscire di scena prima la Smart Roadster, poi la ForFour. Nel 2007 parte la produzione della seconda serie della ForTwo, caratterizzata da un nuovo design, un comparto sicurezza migliorato e nuovi motori. Le vendite tornato a salire e nel 2012 arriva la variante elettrica Electric Drive.

Modelli Smart

Per la realizzazione della terza generazione, Smart sigla un accordo con Renault per lo sviluppo congiunto della nuova Smart Fortwo e della Renault Twingo e nascono tre modelli: la Smart Fortwo, a due posti, la nuova Forfour e la nuova Renault Twingo. Nel 2010 parte in Italia il Progetto E-mobility Italy, avviato a Roma, Milano e Pisa, che prevede l’impiego di una flotta di 100 Smart ED per gli spostamenti in ambito urbano con veicoli elettrici. Grazie alla collaborazione con Enel, per la ricarica dei veicoli si utilizzano le colonnine che funzioneranno come i contatori elettronici domestici che Enel ha installato nelle case italiane.