Seggiolini auto: i prodotti Recaro

Una casa antica ormai diventata leader nel settore

Sono numerose le spese in cui si devono imbattere le giovani coppie di genitori e l’acquisto di un seggiolino auto incide certamente sull’economia familiare. Importante proprio per questo sapersi orientare sulle migliori case produttrici di questo indispensabile supporto, come la Recaro.

CENNI STORICI – L’ingresso di questa azienda tedesca, nata nel 1906 a Stoccarda, assume il nome con cui oggi tutti la conosciamo nel 1963 da un gioco di parole fra il fondatore Wilhelm Reutter e Carosserien (pullman) e due anni dopo lancia il primo sedile sportivo, particolarmente apprezzato dagli appassionati delle quattro ruote. Unitasi nel 1969 alla Keiper, considerevole l’innovazione che ha saputo portare nelle proprie creazioni, anche per quanto riguarda i supporti per i più piccoli, ai quali viene fornita una protezione senza paragoni.

IL RICONOSCIMENTO INTERNAZIONALE – A certificarne la qualità il doppio riconoscimento ricevuto per il contributo informativo sulla sicurezza stradale dei bambini durante la “China Road Safety Leadership Summit 2015”, manifestazione dove l’Organizzazione mondiale della sanità e la Federazione Internazionale dell’Automobile si sono poste l’obiettivo di dimezzare il numero di incidenti mortali entro il 2020.

YOUNG SPORT HERO – Fiore all’occhiello della produzione nel campo dei seggiolini auto lo Young Sport, modello risultato il più votato nei punteggi dei crash test tenuti a livello nazionale ed europeo da enti prestigiosi quali TCS (Touring Club Svizzero) e altri. Diretta conseguenza dell’eccellente lavoro già compiuto, la versione Hero, fornita di un sistema di sicurezza avanzato costituito da poggiatesta, cinture e braccioli. Una struttura che grazie alla sua compattezza garantisce l’incolumità al piccolo, impossibilitato di cadere in avanti con la testa e le spalle nell’eventualità di urti, rafforzato da un’imbottitura aggiuntiva che impedisce ulteriori ferite se dovesse accadere un incidente frontale. Altrettanto degno di attenzione il sistema Side Protection, in grado di ridurre le oscillazioni, vibrazioni e urti al bebè, specialmente nelle zone più delicate. Una misura necessaria tenuto presente che il prototipo rientra nei gruppi 1, 2 e 3, approvato dai 9 mesi ai 12 anni d’età e fino ai 36 chili di peso.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 5 =