Le cattive giornate sono tipiche dell’attuale stagione. Rischio maltempo a cui possiamo far fronte con precise istruzioni.

COSA PORTO?

Prima di partire occorre verificare che il cellulare sia carico, tenendo a bordo una torcia e un martelletto con taglia cinture. Viene così assicurata la possibilità di compiere uscite di emergenza dal veicolo. Ancor meglio portare anche acqua e viveri per affrontare eventuali code o soste obbligate. Info sul traffico monitorabili sintonizzando la radio alle giuste frequenze. Sia per questioni di visibilità sia per evitare sbandate o aquaplaning va moderata la velocità. Attenzione alle pozzanghere, potrebbero nascondere buche in grado di creare danni al veicolo.

CHE STRADA PRENDO?

Vanno evitate i fiumi se sopra il livello di guardia e la corrente lambisce le arcate dei ponti. Fate una deviazione. Evitate di proseguire e magari tornate indietro se l’acqua copre la carreggiata. In montagna i rivoli che si formano improvvisi possono contribuire a fare uscire di strada la macchina. Meglio tenersi alla larga dai sottopassi, soprattutto se già allagati: il livello potrebbe salire in pochi secondi. Pericolosi anche i ristagni d’acqua negli avvallamenti. Durante un ”guado” il propulsore si spegne? Conviene non tentare di riavviarlo con insistenza: l’acqua potrebbe entrare nel sistema di aspirazione, danneggiandolo seriamente.

QUANDO FUGGIRE?

Abbassare i finestrini e aprire le portiere se l’acqua sale intorno alla vettura ferma, onde evitare di registrare un problema all’impianto elettrico che ne impedisca l’utilizzo. Abbandonare l’auto per tempo in caso di panne e cercare un luogo sicuro dove ripararsi, poi chiamare aiuto con il cellulare. Tramite allerta meteo spostare la vettura, non posteggiandola vicino agli argini dei fiumi, sotto gli alberi, su un ponte, nelle aree golenali. Evitare i garage sotterranei nelle zone a rischio. Preferite sistemazioni in punti rialzati e svitate l’antenna radio. Laddove si sia indugiato troppo meglio non correre inutili rischi per andare a ”salvare” la macchina.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × quattro =