Punti patente: come si perdono e cosa fare per recuperarli

Ecco come verificarli e procedere, nel caso, al loro ripristino

Patente

Regolata dall’articolo 126-bis, la patente a punti è entrata in vigore dal 1° luglio 2003, ma una bella ripassata al suo funzionamento può senz’altro esservi utile. Ecco come recuperare i punti patente.

LE REGOLE – Rilasciato il tesserino si hanno 20 punti a disposizione, che possono essere decurtati in base alle infrazioni commesse dall’automobilista. Una volta finiti, la patente è sottoposta a revisione, ovvero bisogna rifare l’esame. ‘Studio Cataldi’ ricorda che le scorrettezze maggiormente sanzionate dal Codice della Strada comportano una decurtazione da 1 a 10 punti, stabilita mediante apposita tabella. Nel caso, poi, in cui contemporaneamente vengano commesse più infrazioni, al conducente possono essere tolti fino a un massimo di 15, a meno che una violazione alla normativa non preveda la revoca o sospensione della patente. Nel caso dei neopatentati, cioè coloro che sono in possesso della qualifica da meno di tre anni, le sanzioni risultano raddoppiate.

IL REINTEGRO – Il tesoretto dei punti è possibile verificarlo sul ‘Portale dell’automobilista’, un sito gratuito realizzato con il patrocinio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Se si possiede un iPhone o un iPad l’applicazione iPatente facilita ulteriormente il controllo. Dedicato soprattutto a chi mostra scarsa dimestichezza con i moderni strumenti tecnologici il servizio telefonico col numero 848.782.782, disponibile 7 giorni su 7. Nell’eventualità in cui i punti a disposizione siano pochi, i titolari delle patenti A e B possono sempre recuperarli (fino a 6 punti) con dei corsi organizzati da autoscuole o soggetti autorizzati. I titolari di patenti C, C+E, D e D+E hanno modo di riguadagnarne fino a 9. Il ritorno automatico ai 20 avviene se, prima che il punteggio si esaurisca, non vengano commesse violazioni per due anni che comportino la sottrazione di altri punti. A coloro che non hanno mai subito decurtazioni poi vengono accreditati due punti ogni biennio, fino a un massimo di 10, mentre ai neopatentati viene attribuito un solo punto l’anno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 − tre =