Risparmiare è bene, purchè il prodotto sia valido. In particolare nel caso dei pneumatici invernali, essenziali per destreggiarsi al meglio in strada. Cerchiamo di mettervi in guardia sulle proposte a basso prezzo.

VIOLAZIONE NORME: I RISCHI

L’offerta è sempre più forte, specie per le misure più comuni. Verificate anzitutto che ci sia l’omologazione. Ossia il riconoscimento ufficiale (da parte dell’autorità) della conformità a un regolamento. Per gli pneumatici, l’omologazione è indicata dal marchio “E” . Questo è seguito sia dal numero che identifica il Paese che ha rilasciato l’omologazione, sia dal numero di serie. Secondo il Codice della Strada vige il il divieto di importare, produrre, vendere e montare componenti non omologati. Chi circola con gomme non conformi (magari pagate pochissimo) risulta passibile fra l’altro del ritiro carta di circolazione. E, se l’auto in questione causa un incidente, l’assicurazione ha diritto di contestare la liquidazione del sinistro per equipaggiamento irregolare. Così il conducente deve pagare interamente l’indennizzo. Rischiate inoltre conseguenze a livello penale in caso di sinistro con feriti gravi.

DOVE GUARDARE

Gli pneumatici invernali sono distinguibili, ricordiamolo, dalla marcatura M+S presente sul fianco del pneumatico (è un’auto-dichiarazione del Costruttore) e dall’eventuale ulteriore pittogramma alpino (una montagna a 3 picchi con un fiocco di neve al suo interno) che attesta il superamento di uno specifico test di omologazione su neve. Riepilogando, accertate che il prodotto sia omologato. Chiedete e controllate le classi riportate in etichettatura, accertandovi che siano correttamente presenti sullo scontrino/fattura di vendita. Chiedete sempre lo scontrino fiscale o la fattura di vendita. Infatti, è la data di acquisto del prodotto, riportata su tali documenti fiscali, che stabilisce da quando far decorrere i due anni della garanzia legale. Sinceratevi che lo pneumatico acquistato sia conforme alla carta di circolazione della vettura e, infine, che sia stato assolto il contributo per lo smaltimento.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 3 =