Patente: quanto pagare, tariffe ed esami di teoria e pratica

Le spese per la conquista del tesserino

La maggiore età. Un traguardo significativo nella vita di ogni ragazzo anche per gli appassionati delle quattro ruote, consapevoli che da quel momento in poi il conseguimento della patente è un obiettivo raggiungibile.

LE NUOVE DISPOSIZIONI – Oltre all’applicazione nello studio dei numerosi concetti richiesti dai quiz di teoria, l’impegno verso il raggiungimento dell’agognato tesserino si ripercuote pure sul fronte economico. Una comoda soluzione utilizzata in passato consisteva nella preparazione da privatista, ma oggi, date le nuove normative, il risparmio si è decisamente abbassato e non conviene oggi così tanto arrangiarsi da sé.

QUANTO VERSARE – Relativamente agli oneri da sostenere, va innanzitutto precisato come il costo esatto sia soggetto a cambiare a seconda della scuola guida dove ci si iscrive. In media si tratta di 750-900 euro, un investimento che include ogni spesa correlata, ossia l’iscrizione all’istituto, la documentazione tecnico/legale da presentare alla Motorizzazione (comprensiva di conseguente procedura), gli esami di teoria e pratica, nonché le stesse lezioni.

TARIFFE STANDARD – Si consiglia di informarsi a dovere dalle varie politiche di prezzo offerte dai vari centri della propria città, così da trovare la più economica, tenuto sempre presente come l’esborso aumenterebbe ulteriormente nell’eventualità in cui si scegliesse di esercitarsi ancor più delle 10 guide comprese nel pacchetto. Dopo l’introduzione della recente normativa (dicembre 2013), il contenimento dei costi per i privatisti si è ridotto e, premesso che complessivamente il corrispettivo si attesta all’incirca sui 650 euro, sono obbligatorie 6 sessioni al volante di prova assieme all’istruttore, per una spesa di 180 euro circa, a cui sommare le altre in merito alla Motorizzazione, iscrizione scuola guida ed esami.

ULTERIORI PRECISAZIONI – Si ricorda infine come nel caso di seconda bocciatura nella teoria occorra ripetere rifare lo stesso iter burocratico presso la Motorizzazione, così come per doppia sessione fallita nella guida, che comporterebbe pure l’annullamento dello stesso quiz.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici − tre =