Parcheggio a L: le maggiori sfide, come superarle senza intoppi

Guida passo passo alla manovra

Il parcheggio a L non è roba da principianti. Riassumiamo come affrontare la manovra, tanto richiesta all’esame di guida.

PREPARATIVI

Rispetto a quello obliquo detto “a lisca di pesce”, vanta una segnaletica orizzontale caratterizzata da linee ad angolo retto. Circostanza che lo rende meno immediato sotto certi aspetti. Prima di iniziare a svoltare, per entrare con la marcia avanti è opportuno posizionare la parte anteriore dell’auto tra i due lati del parcheggio. La distanza dal lato sinistro dev’essere leggermente minore di quella dal destro. Consigliabile mantenere una distanza di almeno 20-30 cm dalle altre auto eventualmente parcheggiate. Maggiore il margine.

MANOVRE

Giunti a questo punto, occorre sterzare verso l’esterno dell’area. Subito dopo bisogna girare nel senso inverso: necessario allargarsi per effettuare una traiettoria in ingresso il più possibile retta per assecondare la L. Appena le distanze dai lati lo consentono, prima di arrivare a metà lunghezza, si deve raddrizzare lo sterzo. Una tecnica del tutto analoga a quella descritta applicabile anche per parcheggiare a L in retromarcia, con la sola differenza che i riferimenti segnaletici risultano specularmente invertiti. L’eventuale ingresso a marcia indietro, per esempio, di una monovolume o una citycar finisce agevolato dalla loro ridotta sporgenza posteriore, che può permettere di anticipare l’allineamento delle ruote.

BISOGNA ADATTARSI

Necessario a ogni modo tener conto delle specificità di ciascun parcheggio e delle condizioni del traffico. Quanto minore lo spazio a disposizione, tanto maggiori devono essere la distanza di partenza e l’allargamento iniziale per potersi mettere a L. L’intensità della circolazione richiede, al contrario, di compiere movimenti veloci e precisi in modo da agire in sicurezza. Prestata la giusta attenzione all’operazione se ne esce comunque brillantemente, facendo un figurone con chi siede accanto in macchina.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =