Multa per eccesso di velocità: i costi

Cosa si rischia nel non rispettare i limiti di velocità imposti?

multa per eccesso di velocità
Quali sanzioni sono previste per chi supera il limite massimo di velocità consentito?

La multa per eccesso di velocità è tra le più comuni sanzioni dovute a infrazioni al Codice della Strada. Superare il limite di velocità imposto per un tratto stradale è considerato dai più alla stregua di un “peccato veniale”. Al contrario è un sempre opportuno rispettarlo, anche perché è stato studiato per garantire la sicurezza degli automobilisti. E se questa “visione” non dovesse risultare convincente, occorre ricordare che i limiti di velocità sono dei veri e propri obblighi dettati dall’Articolo 142 del CdS.

I LIMITI DI VELOCITA’ – Questi i limiti imposti dal Codice della Strada, superati i quali si rischia di ricevere una multa per eccesso di velocità:

  • autostrade: 130 km/h che scendono a 110 in caso di maltempo;
  • strade extraurbane principali: 110 km/h che scendono a 90 in caso di maltempo;
  • strade extraurbane secondarie e locali: 90 km/h;
  • in città: 50 km/h che sale a 70 in alcuni tratti espressamente segnalati.

Per i neopatentati i limiti sono differenti: la velocità massima in autostrada è 100 km/h (e non 130 km/h), quella sulle strade extraurbane principali è 90 km/h (e non 110 km/h).

LE QUATTRO CATEGORIE DI MULTA – L’entità della sanzione pecuniaria della multa per eccesso di velocità aumenta di anno in anno in base all’inflazione. Può subire modifiche per imposizione governativa. Questo genere d’infrazione è stato suddiviso in quattro “categorie”:

  1. superamento del limite di non oltre 10 km/h, oltre la tolleranza del 5%;
  2. superamento del limite di oltre 10 e di non oltre 40 km/h, oltre la tolleranza del 5%;
  3. superamento del limite di oltre 40 e di non oltre 60 km/h, oltre la tolleranza del 5%;
  4. superamento di oltre 60 km/h il limite al netto del 5%.

Solitamente queste infrazioni al CdS sono rilevate da autovelox (fissi o mobili) e tutor.

ENTITA’ DELLA MULTA E PUNTI DECURTATI – Ecco una rapida tabella per comprendere quanto può costarvi una multa per eccesso di velocità:

  1. Nel primo caso la sanzione pecuniaria va da 41 a 168 euro (infrazione commessa dopo le ore 7.00 e prima delle ore 22.00) e da 54,67 a 224 euro (dopo le ore 22.00 e prima delle ore 7.00). La sanzione non prevede la decurtazione di punti dalla patente.
  2. Nel secondo caso va da 169 a 674 (dalle 7.00 alle 22.00) e da 224 a 898,67 euro (dalle 22.00 alle 7.00). La sanzione prevede la decurtazione di un minimo di 3 e un massimo di 5 punti dalla patente.
  3. Nel terzo caso va da 531 a 2.108 euro (dalle 7.00 alle 22.00) e da 702,67 a 2.810,67 euro (dalle 22.00 alle 7.00). La sanzione prevede la decurtazione di un minimo di 6 e un massimo di 10 punti dalla patente. Possibile la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.
  4. Nel quarto caso va 821 a 3.287 euro (dalle 7.00 alle 22.00) e da 1.094,67 a 4.382,67 euro (dalle 22.00 alle 7.00). La sanzione prevede la decurtazione di 10 punti dalla patente. Possibile la sospensione della patente da 6 a 12 mesi.

Occorre ricordare che nei primi due casi l’entità delle multa per eccesso di velocità può essere ridotta del 30%, come stabilito dalla nuova normativa in materia. Le sanzioni accessorie sono più severe per i neopatentati (meno di 3 anni dal conseguimento della licenza di guida) che non rispettano il limite. Il taglio dei punti, ad esempio, è doppio.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 49 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × uno =