Detrazione auto disabili: tutte le informazioni

Quali sono i soggetti interessati e i veicoli su cui si applica

Per l’acquisto di auto per disabili la normativa vigente prevede una specifica agevolazione, in particolare, si ha diritto ad una detrazione dall’Irpef pari al 19% del costo sostenuto per l’acquisto dell’autoveicolo.

I SOGGETTI E I VEICOLI INTERESSATI – L’agevolazione fiscale per l’acquisto di auto per disabili può essere usufruita da alcune categorie di soggetti, quali non vedenti e sordi, disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento, disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni e disabili con ridotte o impedite capacità motorie. L’agevolazione viene riconosciuta sono se i veicoli sono utilizzati in via esclusiva o prevalente a beneficio della persona disabile. Inoltre, se il portatore di handicap è fiscalmente a carico di un suo familiare, sarà quest’ultimo a beneficiare dell’agevolazione, nel caso in cui sostenga la spesa nell’interesse del disabile. Questa agevolazione si applica sull’acquisto di determinate categorie di veicoli, quali autovetture, autoveicoli per il trasporto promiscuo, autoveicoli specifici, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo e motoveicoli per trasporti specifici.

LA DETRAZIONE IRPEF – Per l’acquisto di un veicolo per disabili si ha diritto ad una detrazione scomputabile dall’Irpef, dovuta dal disabile stesso o dal familiare di cui risulta a carico, pari al 19% del costo sostenuto per l’acquisto della vettura, calcolato su una spesa minima di 18.075,99 euro. La detrazione spetta per un solo veicolo nel corso di un quadriennio, tuttavia è possibile ottenere nuovamente l’agevolazione nel caso in cui il veicolo venga cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico perché destinato alla demolizione. La detrazione può essere usufruita per intero nel periodo d’imposta in cui il veicolo è stato acquistato oppure in quattro quote annuali di pari importo. Oltre che per le spese d’acquisto, la detrazione Irpef spetta anche per le spese di riparazione del veicolo, esclusi i costi di ordinaria manutenzione e i costi di esercizio. In questo caso, la detrazione è riconosciuta nel limite di spesa di 18.075,99 euro, nella quale devono essere compresi sia il costo d’acquisto del veicolo, sia le spese di manutenzione straordinaria dello stesso. Le spese per le riparazioni possono essere detratte solo se sono state sostenute entro quattro anni dall’acquisto del mezzo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 19 =