Rispettate le tempestiche, è possibile contestare le multe ricevute presso gli appositi enti.

EVENTUALITA’ PIU’ FREQUENTE – Prima situazione che ci può spingere a impugnarle riguarda vizi di forma quali l’errata identificazione di conducente, veicolo, luogo irregolarità o la mancata compilazione. L’annullamento avviene quando gli errori vengono ritenuti sufficientemente rilevanti e se sono molto evidenti è consentito chiederne la rettifica in autotutela attraverso apposita domanda posta direttamente all’ufficio che ha emanato il provvedimento. In alternativa è possibile ricorrere al Prefetto o al Giudice di Pace.

ATTENTI A EVITARE RITARDI – Chi preferisce rivolgersi al Prefetto deve spedire allo stesso, o all’organo che ha inviato il verbale, una lettera, anche tramite e-mail certificata, dove figurano le motivazioni. L’intero procedimento, gratuito, termina dopo 180 giorni dall’invio o dalla presentazione della lettera, che diventano 210 se viene chiamato in causa il Prefetto e nel caso di sua convocazione bisogna chiaramente attenderne lo svolgimento. A questo punto l’appello può ritenersi accolto, comunque notificato, mentre in caso di rigetto prevista entro 150 giorni un’ingiunzione di pagamento, da ottemperare entro 30 giorni.

I DOCUMENTI ESSENZIALI – Nell’eventualità di verdetto contrario è permesso ricorrere al Giudice di Pace, entro 30 giorni dall’emissione della notifica. Tale procedura richiede tuttavia il cosiddetto contributo unificato, pari a 43 euro (per le multe fino a 1100 euro), sommati ai 27 per la marca da bollo. La comunicazione deve contenere inoltre l’originale e 4 copie di ricorso e verbale, oltre a copia di documenti allegati, della carta d’identità del ricorrente. Dopo l’udienza, sostenibile senza avvocati, il Giudice può accogliere (pure parzialmente) o rigettare, indipendentemente dalla presenza del ricorrente. La sanzione va pagata entro 30 giorni dalla comunicazione della decisione, anche se la sentenza resta appellabile in tribunale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × uno =