Confronto pneumatici estivi 2016: quali sono i migliori, prezzi e differenze

Le ultime verifiche approvano gli articoli in commercio

Le belle giornate sono tornate e in parecchi automobilisti scatta la sindrome del viaggiatore. Se il vostro mezzo non dispone più di gomme altamente performanti, dovreste guardarvi intorno per comprare un nuovo modello, aiutati magari dalla prova che TCS ha effettuato su 32 pneumatici estivi.

LE PREMESSE – Il paragone fra le varie proposte attualmente in commercio, compiuto in un circuito test, ha previsto esami accurati sia sull’asfalto asciutto che bagnato con valutazioni riguardanti la rumorosità di rotolamento, il consumo carburante, l’usura e la resistenza all’alta velocità. Le misure scelte corrispondono alle tanto in voga 185/65 R15 88H e 225/45 R17 94Y.

(QUASI) TUTTI CONVOCATI – Riguardo ai campioni da 15’’, 16 di essi hanno pienamente convinto, mix vincente fra prestazioni equilibrate ed efficienza, in qualunque circostanza. Inclusi fra i “molto raccomandati”, Vredestein e Goodyear, eccezionali sul bagnato, mentre l’asciutto è la condizione preferita di Continental, così come Dunlop, ritenuta inoltre particolarmente scorrevole. Delle critiche vengono mosse nei “raccomandati”, dove il rappresentante Michelin, pur tenace, andrebbe migliorato sul bagnato, al contrario di Sava che ha sofferto l’asciutto. Titubante qua e là Infinity. “Raccomandato con riserva”, Nankang ha deluso nei consumi, decisamente elevati, e non va granché bene nei tracciati bagnati. Incerto praticamente ovunque il “non raccomandato” Champiro, il Cinturato P1 Verde ha motivato l’assenza di Pirelli con le differenze troppo accentuate sul bagnato, provocato dalla mancata mescola aggiornata.

POCHI BOCCIATI – Le opzioni da 17’’ non sono riuscite a raggiungere lo stesso livello medio. Appena 4 i “molto raccomandati” quali Continental, praticamente adatto ovunque, ESA, decisamente parca, Pirelli, spettacolare sul bagnato, e Vredestein, virtuosa sull’asciutto. Deludente approccio al bagnato che è costato a Hankook, Sava, Nokian e Yokohama il relegamento fra gli 11 “raccomandati”. Ancor peggio Maxxis, per cui lo scarso grip motiva il “raccomandato con riserva”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − otto =