Colonnine ricarica auto elettriche: cosa sono, dove sono, come si usano

Tutto quanto c'è da sapere su questo prezioso fornitore di energia pulita

L’automobile costituisce secondo tradizione uno dei mezzi più discussi in tema sociale, da una parte promotore di velocità, freschezza e grinta sul tracciato, dall’altra colpevole di alimentare l’inquinamento, sino all’avvento delle auto elettriche.

COMFORT E RISPETTO DELL’AMBIENTE – Tanti i fattori che portano simpatia dei guidatori nei confronti di questa particolare tipologia di veicolo, a cominciare dalla possibilità offerta di viaggiare in totale tranquillità e libertà, senza più preoccursi delle emissioni di anidride carbonica. Benessere sollecitato ulteriormente dalla silenziosità dei vari modelli, ideale per trascorrere ore al volante. Ciò che spesso ci si dimentica quando ne si descrive i punti di forza sono però i valori inferiori delle temperature relativi al motore, rispetto alle vetture a benzina. Qualità da cui ne deriva il minor stato di usura e maggior longevità, oltre alla mancata necessità di cambiare periodicamente l’olio motore.

FONTE DI ENERGIA INNOVATIVA – Prezzi elevati delle nuove uscite contrapposti inoltre dai costi azzerati di carburante. Ciò che occorre invece sono le colonnine di ricarica, un supporto innovativo, ma già diffusosi su scala europea, basti pensare all’accordo raggiunto sulle installazioni, presso la città di Parigi e dintorni, dall’alleanza Renault-Nissan assieme alle autorità francesi.

DOVE REPERIRLE – Riguardo alla diffusione in Italia, occorrerà avere maggiore pazienza, anche se l’impegno già garantito da diverse città lascia ben presagire, a partire da Firenze, determinata a costruire un vero e proprio sistema, accessibile mediante possesso di apposita smart card connessa a un contratto di fornitura energetica. Altrettanto attive le realtà di Milano, Roma, Bologna e Padova, come del resto la Valle d’Aostra, dove la Giunta ha dato il via al progetto che vedrà 35 nuovi supporti dislocati presso 25 comuni. In attesa di scoprire se questo cambiamento riguarderà anche le autostrade, come auspicato dal direttore Enel Country Italia Carlo Tamburi (intenzioni svelate al quotidiano “La Repubblica”), sul sito www.colonnineelettriche.it è possibile rintracciare quelle già presenti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + 17 =