Car sharing elettrico: le novità, i costi, dove trovare le auto e come attivare il servizio

L'attività di Sharen'go e le prossime aperture previste

La mobilità a zero emissioni costituisce un passo importante, forse irrinunciabile, per un futuro sostenibile. Scopo verso cui si dirige il mercato del car sharing elettrico, di recente arrivo, ma deciso a lasciare il segno in futuro.

MENO COSTI – La possibilità di condividere la vettura, abbinato al derivante risparmio, desta forte curiosità, specialmente nei confronti di chi aspira a diventare automobilista, ma possiede limitate risorse economiche. Opzione da tempo concessa, anche se non dai modelli 100% ‘green’, il cui acquisto si rivela proibitivo nella maggior parte dei casi, ostacolo rimosso giusto gli scorsi mesi da Sharen’Go.

LA VETTURA – Attiva dal 22 giugno, l’idea rappresenta una vera e propria innovazione sul suolo italiano, dedicato a rendere disponibili le Icaro, piccole vetture elettriche dalla velocità massima e autonomia rispettivamente sugli 80 e 100 chilometri. Punto di forza dell’azienda italiana GreenGo, il modello è reso ancor più allietante dalla possibilità di ritirarlo e lasciarlo in qualunque parcheggio e non solo presso le colonnine di ricarica.

PREZZI VARIABILI – Fuori dai soliti schemi il tariffario, soggetto a modifiche a seconda dell’utilizzatore, così da permettere a una persona anziana di pagar meno rispetto a un giovane, mentre la corsa di una donna fra l’una di notte e le sei del mattino è persino gratuita. Favoriti, a loro volta, comportamenti virtuosi (la restituzione pulita del veicolo ad esempio) e i lunghi viaggi, ridotto proporzionalmente il costo al minuto più si prolunga la trasferta.

DOV’E’ GIA’ ATTIVA – Il funzionamento risulta di facile comprensione dagli utenti. Scaricata l’apposita app, si può cercare l’auto più vicina purché disponga di vettura dalla ricarica superiore al 20% del totale, mentre le altre torneranno rintracciabili solo dopo la compiuta ricarica dagli addetti della compagnia, già dislocata a Milano e Firenze, a cui si aggiungeranno presto Pisa, Modena e Roma. Nei due capoluoghi, oltre a Verona, è a sua volta presente Aci Global, leader nell’assistenza stradale, pronta a sbarcare il prossimo mese a Bari con 30 Nissan Leaf e a estendersi in futuro fino a 17 città, inclusi i centri urbani minori.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 2 =