Calcolo leasing auto: info, dettagli, come si determina

Come agisce il leasing, finanziamento sempre più in voga nel settore

Nel mondo auto il termine leasing sta cominciando a spopolare sempre più. Fondamentale, quindi, è andare a conoscerne i meccanismi, soprattutto su come definire il calcolo leasing auto.

ABC DEL LEASING – Il leasing è una forma contrattuale di finanziamento con cui un soggetto (locatore o concedente) concede ad un altro (utilizzatore) il diritto di utilizzare un determinato bene in cambio del pagamento di un canone periodico. Alla scadenza l’utilizzatore può di acquistare il bene, previo l’esercizio dell’opzione di riscatto mediante il pagamento di una maxirata finale. Il primo canone di norma è più elevato (maxirata iniziale) e serve a coprire, in maniera adeguata al deprezzamento del bene, il rischio in capo al concedente di insolvenza dell’utilizzatore.

SOGGETTI E RUOLI – Sono sostanzialmente tre. Azienda venditrice dell’autoveicolo: il venditore dell’auto non vende all’utilizzatore come avviene abitualmente, ma alle società di leasing. Spesso le case costruttrici di automobili hanno particolari convenzioni con società di leasing. Società di leasing: con la stipula del contratto, essa acquisisce la proprietà dell’autoveicolo. Prima di concedere il leasing, queste società procedono a una breve fase di istruttoria per valutare l’affidabilità del richiedente. Utilizzatore dell’autoveicolo: è il soggetto che sceglie il modello di auto e la utilizzerà in cambio del pagamento del canone periodico. Egli sarà responsabile della sua custodia, e al termine del contratto potrà scegliere se riscattare l’auto, pagando la maxirata finale.

IL CALCOLO – Nel caso del leasing di una autovettura nuova si considera il prezzo di listino (iva esclusa), lo sconto ottenuto per ritiro dell’usato, l’ anticipo versato, il numero delle rate ed il valore residuo finale, si ha che la prima parte della rata è: (prezzo di listino – sconto dell’usato – anticipo versato – valore residuo finale) : numero delle rate = prima parte della rata. A questa vanno aggiunti gli oneri finanziari, nel caso delle autovetture, vengono solitamente determinati moltiplicando il capitale finanziato (somma iniziale effettivamente finanziata + il valore residuo finale) per un coefficiente, detto lease factor, ottenuto dividendo per 2.400 il tasso di interesse annuo nominale, indipendentemente dal numero delle rate. Infine c’è da aggiungere l’iva.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + dieci =