Bollo prescritto: limite categorico di tre anni

Senza cartella esattoriale nel triennio successivo al mancato pagamento l'Equitalia non può più rivalersi

Equitalia non guarda in faccia a nessuno: il bollo va pagato. Solo che esiste un termine per il bollo prescritto, una prescrizione, superato il quale è impossibile richiedere il versamento di quanto dovuto.

Bollo prescritto: devono passare tre anni

Il termine di prescrizione rimane sempre di 3 anni, sia nel caso in cui sia stato notificato entro i termini un avviso di accertamento. Sia che nei 3 anni successivi non sia stato inviato alcun atto interruttivo della prescrizione. Ma da quando scattano i suddetti 3 anni? Il calcolo comincia a partire dall’anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il versamento.

Iscritto a ruolo? Cade comunque in prescrizione

Se nei successivi 3 anni dalla ricezione di un avviso di accertamento non vengono notificati ulteriori atti finalizzati alla riscossione, l’omesso versamento del bollo auto è allora prescritto. E questo malgrado il debito risulti iscritto a ruolo e sia presente nell’estratto conto Equitalia. Da ciò si trae appunto la conclusione che, se il proprietario del mezzo non paga la tassa automobilistica ad esempio nel 2010 e gli viene notificato un avviso di accertamento a settembre 2013, il bollo auto cade in prescrizione dopo il 31 dicembre 2016. Ossia, dopo altri 3 anni dall’ultimo avviso notificato e dopo 61 giorni consecutivi dalla suddetta notifica.

Una scadenza categorica

Tuttavia, se la cartella di pagamento Equitalia o di altro agente della riscossione viene notificata nel corso del 2016, il bollo non è da ritenersi prescritto. E il proprietario del veicolo deve dunque pagare l’omessa tassa automobilistica. Se invece la cartella è emessa a partire dal 1° gennaio 2017, il bollo è prescritto. In definitiva i tempi di prescrizione è pari a 3 anni, successivi all’anno in cui doveva essere effettuato il versamento. Per cui se il bollo omesso è ad esempio di marzo 2010, il calcolo dei 3 anni parte dal 1° gennaio 2011 e scade il 31 dicembre 2013.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 8 =