Bollo auto: sconti ed esenzioni annunciati, dove e beneficiari

I benefici in Lombardia e Liguria

In attesa di scoprire se il bollo auto verrà effettivamente abolito, alcune regioni propongono interessanti vantaggi agli automobilisti.

SCONTO IN LOMBARDIA – La giunta regionale della Lombardia ha approvato il via libera a maggioranza in sede consultiva al progetto di legge che cambia alcune norme della Legge di Semplificazione e tra le novità più importanti, la modifica dell’articolo 49, che introduce nel sistema di riscossione della tassa automobilistica la domiciliazione bancaria. Il Consiglio si garantisce in tale modo il pagamento costante e sistematico nel tempo della tassa automobilistica mentre i contribuenti potranno contare sul 10% di sconto. Il sistema inizierà la fase di sperimentazione a partire dal primo gennaio 2017 e in questa prima applicazione, comunque non superiore al triennio, il servizio di domiciliazione bancaria verrà svolto dal Tesoriere regionale.

ORGOGLIO DELLE ISTITUZIONI – L’ufficialità arriva dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni: “L’operazione per la riduzione del bollo auto e’ attiva e abbiamo avuto importanti riscontri, perchè si sta diffondendo ed è un’iniziativa molto apprezzata. Noi non stiamo aspettando le risorse del Governo per ridurre il bollo auto, che va direttamente alle Regioni, abbiamo già avviato la riduzione, per esempio, per chi acquista mezzi meno inquinanti, perche’ teniamo a incentivare il passaggio da auto piu’ inquinanti ad auto che lo sono meno. Inoltre, sono esenti le auto d’epoca, a patto che siano regolarmente iscritte al registro delle auto d’epoca”.

I PIANI ATTUATI IN LIGURIA – Altrettanto attiva la Liguria, che assicura l’esenzione totale del bollo auto per cinque anni a chi acquista una vettura ibrida benzina/elettrica oppure benzina/idrogeno e gasolio/elettrica. Un’iniziativa annunciata dal governatore Giovanni Toti per favorire la vendita di automobili a basso impatto ambientale. In aggiunta la Regione ha stabilito di non applicare sanzioni a coloro che si metteranno in regola con il pagamento del canone per l’arco di tempo tra il 1999 e il 2009.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 5 =