Autodemolizioni: tutte le informazioni su come fare

A chi rivolgersi, quali documenti presentare, quali sono i costi.

Nel caso in cui ci si trovi nella condizione di dover demolire la propria auto, bisogna seguire diversi passaggi e svolgere delle pratiche, affinché la procedura si svolga nel rispetto di ciò che prescrive la legge italiana.

A CHI RIVOLGERSI, DOCUMENTAZIONE E COSTI – Dal 5 febbraio 1997, per poter procedere alla rottamazione di un veicolo, è necessario rivolgersi esclusivamente ai centri di raccolta autorizzati, visto che le auto da demolire vengono inquadrate come rifiuti altamente inquinanti. Sarà lo stesso centro di raccolta differenziato, entro 30 giorni dal ritiro del mezzo da demolire, a provvedere alla cancellazione del veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Da questo momento il proprietario del veicolo non dovrà più pagare il bollo auto. Nel momento in cui il veicolo viene consegnato al centro specializzato, bisogna consegnare la carta di circolazione e il certificato di proprietà o il foglio complementare. Inoltre, in caso di perdita delle targhe o della documentazione necessaria, per furto o smarrimento, è necessario consegnare la relativa denuncia. I costi per le autodemolizioni sono generalmente tra i 70 e i 150 euro, comprensivi del costo per la cancellazione dal PRA. In ogni caso, se l’auto da demolire è abbastanza recente oppure è ancora funzionante, molti demolitori la ritireranno gratuitamente, visto che la legge permette di smontare la vettura e di venderne i singoli pezzi di ricambio.

IL CERTIFICATO DI ROTTAMAZIONE – Nel momento in cui il demolitore ritira la vettura da demolire, provvederà a rilasciare al proprietario il certificato di rottamazione. Grazie a questo documento, l’automobilista viene sollevato da qualsiasi responsabilità, civile, penale e amministrativa. Sul certificato di rottamazione devono essere indicati i seguenti dati: nome, cognome e indirizzo del proprietario del veicolo; numero di registrazione e firma del titolare legale dell’impresa che rilascia lo stesso; indicazione dell’autorità competente che ha rilasciato l’autorizzazione allo smaltimento del veicolo; data e ora della presa in carico della vettura; data e ora del rilascio del certificato di demolizione; impegno a provvedere alla cancellazione dal PRA entro 30 giorni; estremi di identificazione del veicolo da rottamare; dati personali e firma. Questo certificato di rottamazione deve essere conservato per legge dal proprietario del veicolo per almeno 10 anni.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × due =