Attestato di rischio: consigli strategici su come risparmiare per l’assicurazione

Qualche dritta su come avere degli sconti

Sottoscrivere l’assicurazione è un obbligo per il guidatore, come dispone la normativa corrente. Per sgravare parte del costo si può tuttavia sfruttare l‘attestato di rischio Rca, pagella elettronica dell’assicurato, da ottobre 2015 elettronica, utile se volete cambiare compagnia a fine annualità.

DOVE CONSULTARLO – Conservato in un database delle assicurazioni, l’attestato di rischio potete ottenerlo almeno 30 giorni prima della scadenza annuale del contratto, in una sezione web appositamente dedicata a voi dell’impresa alla quale avete aderito. Fatto l’opportuno collegamento al portale, ed entrati nell’area clienti,  seguite le istruzioni indicate per registrarvi. Ultimata la procedura prendete visione dell’attestato o, in alternativa, fatene direttamente richiesta alla compagnia. Poiché elettronico, l’alterazione e la contraffazione sono molto rare.

COSA FA LA DIFFERENZA – Elemento da considerare nel documento è la rispettiva classe di appartenenza. Da un minimo di 18.a alla 1, categoria migliore, esistono vari gradi e specifiche tariffe. Il certificato contiene inoltre il numero di incidenti causati nell’ultimo quinquennio. Maggiore il valore, più bisogna pagare. In caso di risoluzione del contratto (vendita o alienazione del veicolo senza sostituzione), l’attestato ha validità 5 anni, dopodichè cessa di esistere e ripartite in classe 14, estremamente costosa. Nel caso prima appartenevate alla 1 e versavate 500 euro l’anno, arriveste fino a 2.500 euro, ben cinque volte tanto con vette incredibili al Sud dove i sinistri avvengono frequentemente.

GUARDATEVI ATTORNO – Arriviamo alle opportunità da cogliere al volo. Se avete commesso pochissimi incidenti, o nemmeno uno, cercate di sfruttare la vostra accortezza con la compagnia e chiedete uno sconto. Laddove le condizioni offerte vi sembrino piuttosto deludenti, domandate inoltre preventivi a realtà concorrenti. Fornita la targa e qualche dato ulteriore avete infatti modo di paragonare le varie proposte contrattuali e scegliere quella che meglio risponde alle vostre esigenze.

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 5 =