Il voto favorevole espresso dai cittadini di Milano tra il 12 e il 13 giugno 2011 ha condotto all’Area C, valida proposta diretta a contrastare efficacemente il problema smog.

OBIETTIVI REALIZZATI – Questa particolare zona del capoluogo lombardo persegue gli obiettivi di diminuire il traffico nella ZTL Cerchia dei Bastioni, potenziare ulteriormente la rete dedicata al trasporto pubblico, accumulare risorse destinate alla mobilità sostenibile e migliorare la qualità urbana. Il territorio comprende 43 varchi provvisti di telecamere adatte a rilevare il passaggio dei veicoli in ingresso e trasmettere il dato all’apposito elaboratore, preposto a riconoscerli e stabilire la relativa tariffa.

CASI SPECIFICI – Dal 1° gennaio 2016, ai veicoli euro 3 diesel NCC superiori a 9 posti e/o destinati al trasporto merci è impedito l’accesso, in una lista nera già comprensiva di veicoli a benzina Euro 0, gasolio (Euro 0, 1, 2 e 3) e quelli dalla lunghezza superiore ai 7,5 metri (divieto valido dal lunedì al venerdì nella fascia 7:30-19:30). I mezzi elettrici, trasportanti disabili (muniti di contrassegno) o persone dirette al pronto soccorso ospedaliero – assieme a ciclomotori e motoveicoli (moto, tricicli e quadricicli) – possono invece transitare gratuitamente.

OK MOMENTANEO – Privilegio che potranno beneficiare sino al 31 dicembre 2016 i modelli ibridi, bifuel, alimentati a metano, diesel euro 3 appartenenti a residente o equiparati, nonché quelli di proprietà o uso esclusivo Forze Armate, Polizia locale, Vigili del fuoco, Protezione civile e Ufficiali giudiziari durante i rispettivi servizi.

SOLUZIONE IMMEDIATA – I controlli sono attivi – solo nei giorni feriali – lunedì, martedì, mercoledì e venerdì nella fascia oraria 7.30-19.30 e giovedì dalle 7.30 alle 18. Il passaggio per tutte le altre categorie può avvenire pure attraverso il servizio esclusivo Telepass, dedicato ai titolari di contratto Family e con Viacard. Lo strumento permetterà di farsi addebitare la spesa sul proprio conto, senza oneri aggiuntivi e neanche il dispositivo a bordo grazie alla lettura della targa sulla quale bisogna compiere l’apposita attivazione. Gli importi saranno addebitati, in via posticipata, al ciclo di fatturazione ed è consentito anche il controllo online dei vari ingressi compiuti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =