Toyota C-HR: riflettori sul crossover coupé dall’animo green

"Power unit" da 122 CV, l'armamentario tecnologico fa impallidire la concorrenza

Inaugurata al Salone di Parigi la nuova Toyota C-HR. Allargata la gamma green del brand nipponico.

INTERNI EMOZIONALI

Crossover coupé è disponibile sin dal lancio con un’efficiente alimentazione ibrida. In prevendita in Italia da ottobre, la novità delle Tre ellissi ridefinisce i parametri della categoria. Offerto un prodotto poco inquinante, di fascino, con interni emozionali. Lunga 4,36 metri, largo 1,79 e alto 1,55, con un passo di 2,64 metri, presenta uno stile unico nel panorama automobilistico attuale. Disponibili in due varianti: benzina 1.2 e full hybrid. Proposta in Italia contraddistinta da quattro livelli di allestimento: Active, Style, Lounge e Business, quest’ultima riservata al cliente flotte.

122 CV DI POWER UNIT

Il modello ibrido, che dovrebbe attrarre il 90% dei clienti italiani, dispone di una “power unit” da 122 CV, derivata da quella della Prius IV: promette emissioni di CO2 soli 86 g/km e consumi pari a 3,8 l/100 km nel ciclo combinato. Durante la progettazione, alcuni componenti del sistema ibrido sono stati resi più compatti, leggeri e ricollocati in maniera intelligente a beneficio di un maggiore spazio a bordo. Progettazione che contribuisce inoltre ad abbassare il baricentro della vettura.

ATTINGE DALL’AURIS

Il benzina turbo 1.2 è, invece, di provenienza Auris. Abbinato a un cambio automatico CVT a variazione continua dei rapporti, eroga 116 Cv/85 kW e 185 Nm di coppia: le sue emissioni dichiarate sono di 134 g/km di CO2 con consumi a partire da 5,9 l/100 km nel ciclo combinato. Per quello che riguarda la sicurezza della C-HR, da segnalare che prevede di serie il pacchetto Toyota Safety Sense Plus che include il sistema Pre-collisione, l’Avviso di superamento corsia, il Riconoscimento della segnaletica stradale e il sistema di Abbaglianti automatici, oltre alla funzione di Rilevamento Pedoni e al Cruise Control adattivo. Funzionalità moderne per un’inferiore rischio di incidenti che infonde ottimismo verso il futuro.

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 3.3]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + nove =