Francia punta sull’auto elettrica, incentivi fino a 10mila euro a chi rinuncia al diesel

Un ddl firmato dal ministro per l’Ambiente, Segolene Royal, punta a installare 7 milioni di punti di ricarica entro il 2030

Un modello di auto elettrica
Un modello di auto elettrica

La Francia punta dritto sulle auto elettriche. Il governo di Parigi, più precisamente il ministro dell’Ambiente, Segolene Royal, ha presentato un disegno di legge che permetterà di ricevere 10mila euro di bonus per chi passerà dall’auto a diesel all’auto elettrica. Una misura che potrebbe far schizzare le vendite di auto a zero emissioni, consentendo al mercato di auto elettriche di fare il passo finale verso nuove vetture a costi più bassi.

L’iniziativa è racchiusa in un provvedimento che vuole rivoluzionare l’intera politica energetica francese. Gli 80 articoli del ddl spaziano dall’auto elettrica alla ristrutturazione di edifici fino allo sviluppo delle energie rinnovabili. Ma il fulcro centrale è rappresentato dal tetto alla produzione di energia nucleare, di cui la Francia è leader a livello europeo, riducendola al 50% del fabbisogno nazionale entro il 2025.

Una delle misure principali è la volontà di installare sette milioni di punti di ricarica per veicoli elettrici entro il 2030. Un impegno che si estenderebbe anche al parco macchine del settore pubblico, che sarebbe obbligato a acquistare un’auto elettrica per ogni auto a benzina o diesel comprata in caso di rinnovamento.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]