BMW, innovazione e tecnologia al servizio dell’ecologia: i nuovi prodotti

La BMW guarda al futuro e propone una serie di novità sul fronte delle innovazioni tecnologiche e delle soluzioni ecologiche all'avanguardia: dall'idrogeno all'acqua, ecco cosa ci aspetta nei prossimi anni.

La BMW guarda al futuro e propone una serie di novità sul fronte delle innovazioni tecnologiche e delle soluzioni ecologiche all’avanguardia: dall’idrogeno all’acqua, ecco cosa ci aspetta nei prossimi anni.

RITORNO ALL’IDROGENO – BMW guida la flotta delle case automobilistiche che hanno scelto di guardare al futuro con ottimismo, sperimentando soluzioni ecologiche e tecnologiche all’avanguardia. Al momento, la casa tedesca ha in cantiere numerosi progetti che interessano soprattutto le componenti meccaniche delle autovetture. Uno dei progetti di punta è dato dall’auto a idrogeno, sulla quale la BMW aveva già lavorato qualche anno fa, con il prototipo BMW Hydrogen 7, del 2006. Tale modello era caratterizzato da un complesso motore sei litri a dodici cilindri in grado di generare 260 cavalli, ma l’eccessiva difficoltà di utilizzo dell’idrogeno allo stato liquido ha portato la BMW, insieme ad altre case produttrici, a utilizzare l’idrogeno abbinato a delle celle a combustile. Un progetto che ha visto la BMW collaborare, fin dal 2013, con la Toyota, con l’obiettivo di arrivare entro il 2020 alla realizzazione del primo modello di serie dotato di questo sistema. Al momento, la casa tedesca sta lavorando ad alcuni prototipi negli impianti francesi di Miramas, tra cui un originale modello che sfrutta la struttura leggera in carbonio della BMW i8.

SPAZIO ALL’IBRIDO – Con la BMW Serie 2 Active Tourer Plug-in Hybrid, la BMW ha scelto, invece, la strada dell’ibrido, realizzando un motore a combustione interna da 136 CV abbinato a un motore elettrico da 88 CV. Una soluzione che ha permesso di sviluppare una vettura a trazione integrale, in cui la spinta viene distribuita a seconda dell’aderenza della vettura, delle informazioni sulla stabilità elaborate dalla centralina dell’Esp e dello stile di guida scelto dal guidatore, che ha anche la possibilità di scegliere come gestire la carica della batteria per il motore elettrico (automatica, in funzione Save Battery o in modalità Max eDrive).

MOTORE AD ACQUA – Tra le innovazioni tecnologiche, la BMW vanta anche un sistema a iniezione d’acqua in camera di combustione, nel tentativo di ridurre i consumi. La soluzione scelta permette di abbassare la temperatura nei cilindri in regimi ad alta erogazione di potenza, migliorando la performance e l’efficienza della vettura. Ma i vantaggi derivanti da una simile innovazione sono molteplici: si riduce la produzione degli ossidi di azoto e si aumenta il rapporto di compressione, consentendo un netto miglioramento delle prestazioni a bassi regimi. Resterebbe il problema di come far arrivare l’acqua nel motore, ma la BMW ha pensato anche a questo, sviluppando l’idea di sfruttare la condensa del climatizzatore.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + dieci =