Si sa che quando si tratta di auto, le più attente all’inquinamento sono proprio le donne. Ecco perché il mondo delle citycar ibride sta puntando all’universo femminile con una serie di modelli piccoli, agili, pensati per la città e soprattutto capaci di grande risparmio e di poco inquinamento.

Le auto ibride pensate per le donne

Tra le piccole pensate per la clientela troviamo la Toyota Yaris Hybrid, con doppia alimentazione. Essendo così piccola e leggera il vantaggio dell’ibrido si duplica perché i consumi scendono nettamente. Nonostante le dimensioni ridotte la capacità del bagagliaio è di 286 litri ed è equipaggiata di base con cambio automatico, sette airbag, climatizzatore bizona e parcheggio assistito a partire da 15.450 euro.

Sempre tra le giapponesi la Honda Jazz Hybrid, alimentata a benzina e da un unità elettrica a batterie a ioni di litio, è un po’ più ampia della Yaris e se ne guadagna in capacità di carico. Con 2,7 litri di benzina si fanno ben 100 km e pare che la Honda stia per lanciarne una versione esclusivamente elettrica, per un maggiore risparmio sia dal punto di vista dell’ambiente, sia dal punto di vista dei costi di gestione.

Ibrida anche la Volkswagen E-Up, leggera e scattante, con sistema di navigazione Garmin che permette di sapere sempre dove andare, ma anche di tenere sotto controllo i consumi della tua auto. Si ricarica in poco tempo, fa 100 km con 2,82 euro e ha un’autonomia di 160 km.

Tra le auto più amate dalle donne c’è sicuramente la Volkswagen Golf che, insieme alla E-Up, si presenta nella sua versione ibrida a partire da 37.000 euro. Ha un motore elettrico più potente, 85 kW, e un’autonomia di 175 km, il tutto ad emissioni zero.

Tra le ibride invece in arrivo quest’anno troviamo la Ford C-Max che farà capolino in estate con il suo motore elettrico da 88 kW.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 5 =