Project Titan
L'azienda di Cupertino vuole imprimere una forte accelerazione al progetto che porterà alla nascita della cosiddetta Apple Car e sembra aver stretto un accordo con una nota casa automobilistica per assemblare la propria vettura elettrica (e driverless).

I rumors intorno al famigerato Project Titan si moltiplicano giorno dopo giorno. La recente apparizione di Tim Cook, amministratore delegato di Apple, al “The Late Show with Stephen Colbert” sulla CBS, inoltre, ha acceso ancora di più l’interesse del pubblico nei confronti dell’Apple Car. Cook in tv non si è sbilanciato sulla futura auto elettrica di Cupertino, ma fonti interne affermano che i vertici dell’azienda stanno imprimendo una notevole accelerata al progetto.

PRONTA NEL 2020? NO, PRIMA! – In alcune occasioni pubbliche, Cook e altri importanti dirigenti della “Mela”, avevano indicato il 2020 come il possibile anno di uscita dell’auto elettrica di Apple. Una vettura avveniristica e parzialmente driverless che sfrutterà appieno i servizi offerti da Apple CarPlay, il sistema di navigazione e infotainment già attivato dall’azienda di Cupertino (sarà installato sulla nuova Suzuki Baleno, ad esempio). Oggi, alla luce anche dell’ultima apparizione di Cook in televisione, l’arrivo dell’Apple Car, anche nota come iCar, sul mercato sembra molto più vicina. Probabilmente sarà disponibile già tra un paio di anni, tre al massimo (2018).

TRA DUE LITIGANTI (TESLA E BMW) IL TERZO GODE – Oltre ai soliti ben informati, ai rumors, alle affermazioni sibilline di Cook e degli altri dirigenti di Cupertino, ci sono alcune evidenze che mostrano una possibile accelerazione al Project Titan (il nome in codice dell’Apple Car). Nel mese di agosto Apple ha acquistato, per la cifra di 138 milioni di dollari, un terreno di 43 acri (174.000 metri quadri) a San Jose, città che dista poco più di 20 km da Cupertino. La conformazione di questa superficie, attualmente occupata da uffici e magazzini, sembra ideale per sviluppare e testare un’autovettura. Attualmente il personale del Project Titan sta lavorando in un’area ribattezzata SG5 nei pressi di Sunnyvale, località a metà strada tra Cupertino e Mountain View, sede di Google, rivale di Apple non solo in ambito mobile (iOS vs Android), ma anche nel settore automotive (Apple CarPlay vs MirrorLink). Al Salone di Francoforte, in corso di svolgimento, sta circolando un’indiscrezione veramente interessante. A quanto pare, per accelerare il Project Titan, Apple avrebbe già sottoscritto un accordo, o sarebbe in procinto di farlo, con una nota casa produttrice di automobili. Quale? Difficile a dirsi, ma sembrano definitivamente escluse dai giochi Tesla Motors e BMW. La prima, considerando la sua leadership nel segmento delle auto elettriche negli USA, sembrava la candidata naturale ad affiancare Apple, ma ha numeri troppo piccoli per le ambizioni di Cupertino. La seconda, pur avendo ricevuto i complimenti dallo stesso Cook per l’i3, ha un progetto autonomo per lo sviluppo di auto elettriche e driverless che non intende condividere con altri soggetti. Resta valida la pista che porta a FCA, attraverso il marchio Dodge, ma nella città tedesca sta circolando pure un altro nome: quello di Ford.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + diciotto =