Auto aziendali: aumentano le vetture GPL

Costi ridotti senza giorni di blocco al traffico: ecco perché sempre più auto aziendali scelgono carburanti alternativi

Le vetture con alimentazione alternativa alla benzina, il metano e il GPL, stanno crescendo come quota all’interno delle flotte aziendali.
Questo è il risultato della ricerca a cura del Centro Studi di Arval presentata quest’anno durante il Company Car Drive 2014.

L’analisi è stata effettuata utilizzando sia metodologie di indagine queltitative che qualitative in modo da poter avere a disposizione una fotografia quanto più veritiera della tipologie di alimentazione utilizzate nelle flotte aziendali.

L’analisi quantitativa ha visto partecipare 256 aziende, mentre lo studio qualitativo è stato concentrato su un gruppo ristretto di figure aziendali (13) per analizzare a fondo tutti gli aspetti del caso, con l’ausilio di interviste approfondite e mirate riguardo le scelte di mobilità.

Ciò che emerge è la scelta, che sempre più utenti fanno, delle auto a motorizzazione alternativa.
Questo è dovuto, in buona sostanza, soprattutto ai minori costi del carburante, alla possibilità di evitare i giorni di blocco del traffico e alla facoltà di poter accedere alle zone ZTL senza oneri aggiuntivi.

Contribuisce alla decisione anche la possibilità di salvaguardare l’ambiente riducendo le emissioni di gas serra.

Interessante, all’interno dell’indagine, sono le intenzioni dei fleet manager che sono emerse, cioè la volontà di aumentare sempre di più la percentuale di auto a propulsione alternativa ed incrementare, nel prossimo futuro, la presenza di questo tipo di veicoli.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]